SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Somalia, i sequestratori del rimorchiatore italiano Buccaneer (a bordo del quale si trova il nostromo sambenedettese Filippo Speziali) hanno lanciato un ultimatum di 72 ore, a partire da venerdì, per avviare una trattativa concreta, pena l’uccisione dei 16 marinai. Lo hanno riferito all’Ansa i familiari di due degli ostaggi che hanno potuto parlare con loro giovedì sera.

Si tratta dei familiari di Vincenzo Montella e Giovanni Vollaro,due marittimi di Torre del Greco (Napoli). Il Buccaneer è stato sequestrato dai pirati in Somalia lo scorso 11 aprile. Nel caso in cui non partisse la trattativa entro 72 ore, ci sarebbe, sempre secondo quanto riferiscono i familiari di Montella e Vollaro, l’uccisione dei 16 marinai.

Le famiglie dei marittimi sono in ansia e chiedono il massimo interessamento da parte del governo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 425 volte, 1 oggi)