ASCOLI PICENO – Preoccupa il livello dei fiumi della provincia di Ascoli, Tronto e Castellano soprattutto, dopo 36 ore di pioggia ininterrotta, che ha dato tregua solo questa mattina.

Ad Ascoli è stato chiuso il piccolo ponte ad una sola carreggiata di Porta Torricella. Sul posto hanno lavorato i vigili del fuoco per tagliare rami e tronchi di alberi vicini all’asse stradale, evitando che ostruiscano ulteriormente i piloni del ponte, già parzialmente carichi di detriti e materiale boschivo trasportati dalla zona a monte. Anche il Tesino a Grottammare ha rotto gli argini per alcuni metri in un’area limitrofa a due stabilimenti produttivi.
E’ stata inoltre chiusa la SS 4 Salaria, all’altezza di Trisungo (Ascoli Piceno), per via di un masso pericolante che a causa del maltempo minaccia di staccarsi da un costone di roccia. Il traffico veicolare è deviato lungo la strada secondaria che transita per la località di Montegallo (Ascoli Piceno)

Ad Ascoli, forse a causa delle infiltrazioni d’acqua, un intonaco si è staccato di notte dal solaio di una scuola materna in via Rossini. La scuola, dopo un sopralluogo è stata dichiarata inagibile e i bambini sono stati trasferiti oggi in un altro plesso scoslatico.

BRUTTE PREVISIONI La Protezione civile regionale segnala dalle 12 di giovedì alle 12 di venerdì condizioni di instabilità, a tratti marcata, sulle Marche. Sono previste precipitazioni su tutta la regione e possibili picchi temporaleschi attorno ai 60 mm.. Nell’avviso si evidenzia inoltre che, per lo stato di saturazione dei suoli dovuto alle recenti precipitazioni, sono possibili allagamenti, dissesti diffusi e l’innalzamento significativo dei livelli idrometrici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 920 volte, 1 oggi)