CUPRA MARITTIMA – Il Pdl non ci sta e, ad un mese e mezzo dalle elezioni comunali, minaccia di abbandonare il candidato sindaco Aurelio Ricci. Attraverso il coordinatore provinciale Vittorio Santori, ribadisce la contrarietà alle scelte dell’attuale sindaco Giuseppe Torquati e del vicesindaco Aurelio Ricci, candidato alla poltrona di primo cittadino alle elezioni del 6 e 7 giugno, per il ridimensionamento del partito nella lista civica a sostegno di Ricci.
«E’ noto come il sindaco uscente di Cupra Marittima abbia scelto di candidarsi nella lista civica provinciale Map a sostegno del candidato presidente Piero Celani. Per tale atteggiamento, tra l’altro coerente con le dichiarazioni da tempo rese dallo stesso Giuseppe Torquati che non avrebbe mai appoggiato la sinistra, mi sono più volte rallegrato e congratulato – ha esordito Santori – Per quel che riguarda le elezioni nel medesimo Comune, diverso è invece l’atteggiamento tenuto fino ad oggi dal sindaco Torquati nei riguardi della compagine del Pdl. La lista civica dallo stesso organizzata che vede candidato sindaco Aurelio Ricci in realtà esclude totalmente i membri del Pdl».
«Ho tentato, senza esito – continua il coordinatore provinciale del Pdl – in più incontri di rimuovere l’assurda ed immotivata chiusura posta nei confronti di coloro che con serietà e fedeltà hanno sostenuto e collaborato per dieci anni con l’Amministrazione uscente. L’ennesimo incontro è avvenuto direttamente con il candidato sindaco Aurelio Ricci domenica 19 aprile: mi attendo un segno tangibile di considerazione verso una forza politica che rappresenta oltre il 50% dell’elettorato locale. Non sono affatto interessato alle diatribe interne all’Udc, nè tanto meno ho mai appoggiato o sostenuto iniziative all’interno di quel partito. E’ mio dovere, però, curare gli interessi del Pdl e di tutti gli elettori che ad esso fanno riferimento a Cupra Marittima. La loro rappresentanza, così come la rappresentanza dei membri del Partito deve essere garantita in ogni caso nella prossima tornata elettorale. Mi auguro che ciò possa avvenire lasciando al Pdl uno spazio all’interno della nuova Lista Ricci e della futura Giunta almeno pari a quello avuto fino ad oggi. Qualora ciò non dovesse avvenire il Pdl non potrà esimersi dal presentare la propria lista con il proprio simbolo non potendo disattendere al mandato ricevuto dai cittadini cuprensi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.116 volte, 1 oggi)