MARTINSICURO – L’emergenza terremoto ha riversato migliaia di sfollati nelle strutture ricettive lungo la costa abruzzese. Ma alle porte della stagione turistica come conciliare la solidarietà nei confronti delle vittime del terremoto con gli impegni presi con clienti e operatori turistici per prenotazioni e vacanze già organizzate, salvando quindi una stagione turistica che rischia ora di essere compromessa?
«Stiamo cercando di razionalizzare la sistemazione di tutti gli sfollati ospiti nelle strutture alberghiere della regione senza lasciare nessuno senza alloggio – ha affermato Emilio Schirato, presidente della Federalberghi Abruzzo – e a tale proposito siamo in procinto di attivare un centro di prenotazioni apposito sul portale www.abruzzobooking.it che a titolo gratuito lavorerà su questo obiettivo».
E se già la paura per il terremoto ha portato alla disdetta di numerose prenotazioni in Abruzzo nel periodo di Pasqua, Schirato invita a lasciare da parte timori ed esitazioni: «I prossimi mesi estivi saranno decisivi per l’intera economia regionale. A chi vuole aiutare l’Abruzzo – conclude – dico di venire qui per le vacanze, gli alberghi ci sono e la costa non è stata interessata da scosse».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 723 volte, 1 oggi)