SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La maggioranza interpella i tecnici del Comune per trovare nuove vie di finanziamento per le piste ciclabili e i parcheggi scambiatori.
Giovedì sera l’assessore alla Viabilità Settimio Capriotti e l’assessore ai Lavori Pubblici Leo Sestri hanno illustrato alla maggioranza due interessanti bandi ministeriali. Ai progetti e alle richieste di finanziamento stanno lavorando l’architetto Farnush Davarpanah e il direttore del “Servizio Europa” Sergio Trevisani.

Il primo bando si riferisce a un coofinanziamento destinato ad azioni per il miglioramento della qualità dell’aria nelle aree urbane e al potenziamento del trasporto pubblico rivolto ai Comuni che non rientrano nelle aree metropolitane. Interessa perciò tutti quei centri con popolazione che va da 30 mila a 500 mila abitanti.
Entro il prossimo 20 maggio l’ufficio tecnico comunale dovrà presentare un progetto preliminare con una serie di interventi per la promozione della mobilità alternativa.
La pista ciclabile Grottammare–San Benedetto per unire i due lungomari nel tratto del Ballarin e del porto è compresa in questi progetti, così come la sua connessione con altre piste ciclabili in città, ma il Comune non vuole trascurare neanche il discorso dei parcheggi scambiatori in zone periferiche, nei quali lasciare l’auto per raggiungere il centro attraverso autobus o bici. I progetti previsti dal bando infine riguardano anche il noleggio di biciclette e i percorsi per raggiungere più facilmente la stazione ferroviaria.

Il secondo bando inoltre fa riferimento più specifico ai parcheggi scambiatori.
Il cofinanziamento derivato dai fondi europei ammonta a 400 mila euro. Il 30 per cento dell’investimento dovrà essere finanziato dal Comune.

Entro 24 mesi dalla realizzazione degli interventi è previsto il monitoraggio sui risultati prodotti in termini di traffico e smog.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.675 volte, 1 oggi)