SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il nostromo sambenedettese Filippo Speziali e gli altri quindici uomini dell’equipaggio del Buccaneer stanno bene.
A rassicurare sulle condizioni dell’equipaggio del rimorchiatore oggetto del sequestro da parte dei pirati somali è l’armatore ravennate Claudio Bartolotti, che in base a quanto scrive l’Agi giovedì mattina ha avuto una comunicazione con il comandante Mario Iarlori.
«Stiamo tutti bene» ha detto quest’ultimo a Bartolotti. Nei giorni scorsi la compagnia armatrice era stata «inondata da mail di presunti mediatori» ma ora sembra che il canale giusto sia stato individuato.
Intanto il ministro degli Esteri Franco Frattini afferma: «Confidiamo sul fatto che i nostri connazionali saranno liberati rapidamente. Sappiamo dove si trova la nave, è sorvegliata da terra, ma non verrà messa in atto alcuna operazione che possa mettere a rischio l’incolumità dei nostri connazionali».

I rapitori avrebbero iniziato una trattativa con le autorità della regione somala semi-autonoma del Puntland giunta a Lasqorei, la città costiera di fronte alla quale si trova ormeggiato il rimorchiatore della Micoperi dopo il sequestro di sabato scorso avvenuto nel golfo di Aden.
Il deputato del Puntland Said Farah Mohamoud, scrive Vincenzo Nigro su Repubblica, ha affermato: «I vostri marinai sono a bordo, stanno tutti bene, vengono rispettati, nessuno ha fatto loro o farà nulla di male».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 641 volte, 1 oggi)