SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il comunale di Centobuchi è la destinazione scelta da Porto d’Ascoli e Fermana per la disputa della penultima giornata di campionato per questioni di ordine pubblico dal momento che il campo sportivo Ciarrocchi non possiede la tribuna per gli ospiti.
Umori completamente diversi tra le due sfidanti. I canarini in vetta alla classifica, con un solo punto di vantaggio dall’Atletico Piceno e due dal Trodica, hanno l’occasione di mettere una seria ipoteca al titolo finale. Per cui vincere rimanere imperativo primario per i gialloblu guidati dal tecnico De Amicis che in quello stadio ha vissuto momenti davvero indimenticabili con il Centobuchi.
Il Porto d’Ascoli, invece, benché non abbia più obiettivi da raggiungere in quanto retrocesso ha dalla sua il bellissimo ricordo della finale play off con la Stella vinta ai calci di rigore proprio su quel terreno. E chissà se questo gingillo non possa tramutarsi in un bel regalo di fine stagione, d’altronde i ragazzi di mister Pezza non hanno mai mollato la presa né la determinazione nonostante i numeri pendevano a loro sfavore.
Si prevede un nutrito numero di tifosi per domenica. La Fermana dovrà rinunciare a Spinozzi e Ciccioli per squalifica mentre rientra Ciabattoni. In dubbio l’impiego di Gibbs per guai fisici. Il Porto d’Ascoli continuerà a dar spazio ai tanti giovani che nelle ultime gare hanno mostrato non solo qualità ma grande temperamento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 630 volte, 1 oggi)