SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da venerdì 17 aprile i primi due bambini abruzzesi scampati al terremoto riprenderanno a frequentare le lezioni a San Benedetto, inserendosi in una 3ª e in una 5ª elementare della scuola “Caselli” di via Moretti. Si tratta di due fratelli di Fossa, a 3 km da l’Aquila, che insieme ai genitori si sono trasferiti nell’appartamento di loro proprietà a San Benedetto, dove venivano in vacanza da molti anni.

E proprio per regolamentare la questione dell’inserimento scolastico, e per decidere ogni altra azione a beneficio dei terremotati ospiti a San Benedetto, il sindaco Gaspari ha convocato una riunione per giovedì mattina alle 9 in Comune, invitando i dirigenti delle scuole dell’obbligo, e vari altri soggetti che possono contribuire ad una migliore accoglienza.

Nel frattempo alcune aziende di trasporti sono state interpellate, per rispondere all’esigenza di visite a l’Aquila e nei centri vicini da parte degli sfollati presenti a San Benedetto, per risolvere questioni di lavoro, o per controllare lo stato di deterioramento delle case, o ancora per recuperare oggetti utili.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 469 volte, 1 oggi)