Da Espresso Rosoblu N. 1023

VISONE: Nessuna recriminazione da parte mia per la sostituzione, mi ha veravigliato che era passata poco più di mezzora dall’inizio della gara. Purtroppo giochiamo sempre sotto pressione con il Venezia molto vicino. Domenica sarà luna partita da ultimissima spiaggia. Dobbiamo dare tutto e basta.
BERETTA: sul mio gol, da attaccante devo ammettere che la colpa è di Bonfanti che non doveva permettere che io mi girassi, mi doveva anticipare. Sono contento perché erano ben cinque partite che non segnavamo un gol, abbiamo giocato un ottimo primo tempo e potevamo chiudere sul 3-1 con l’occasione di Boisfer: la parata di Marconato ci ha messo nelle condizioni di soffrire fino al termine. Nella Samb ho visto un grande Titone che ci ha messo in grossa difficoltà come all’andata. Non capisco perché un giocatore così non è stato schierato dall’inizio.
BEDIN: Dopo il gol subìto siamo calati mentalmente, sul fallo da espulsione di Cammarata a Preite non posso dire nulla perché non ho visto la gomitata. La Samb si salverà? Io penso che sia più importante la partita di domenca prossima contro il Lecco (nella foto il gol vittoria dell’andata) che, in caso di vittoria sarebbe raggiunto a 28 punti piuttosto che lo scontro diretto fra 15 giorni con il Venezia. Una Vittoria infatti li rilancerebbe psicologicamente e potrebbero andare a Venezia più tranquilli.
FORO’: loro sono stati bravi nel primo tempo nel quale noi non c’eravamo proprio. Non è la prima volta che scendiamo in campo un po’ bloccati ma purtroppo ogni partita è per noi psicologicamente difficile. Non dobbiamo guardare le altre squadre ma solo noi stessi. Il gol all’inizio ci ha condizionato anche se noi abbiamo sbagliato ad accentrarci troppo senza sfruttare le fasce. Loro infatti erano molto ben schierati con una difesa alta e bloccavano sistematicamente ogni nostra azione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 815 volte, 1 oggi)