Da Espresso Rossoblu N. 1023
01-MARCONATO 6: sul primo gol non esce e viene superato dal colpo di testa di Beretta che colpisce la traversa. Sul raddoppio invece, nulla può sul gran tiro dello stesso Beretta. Salva il terzo gol al 74’ quando toglie letteralmente la palla dai piedi di Boisfer dando la possibilità ai suoi compagni di poter cercare il pareggio fino alla fine.
02-LANZONI 6: una partita double face: nel primo tempo soffre enormemente la velocità di Valtulina, giocatore con caratteristiche fisiche e tecniche nettamente diverse dalle sue. Nella ripresa però gli prende le misure e realizza un bel gol di testa su corner di Titone.
03-TINAZZI 5,5: per encessità di squadra viene ancora scheirato a sinistra ma renderebbe molto di più nel suo ruolo naturale di terzino destro. In netta difficoltà nel primo tempo, nella ripresa cerca di dare il suo contributo in fase offensiva.
04-MARINO 5: prestazione incolore del mediano rossoblu che si ripresenta a Sesto San Giovanni da ex. Lento ed impacciato si fa sfuggire i centrocampisti lombardi e viene giusatmente sostituito da Titone al 46’.
Dal 46° Titone 6: evidentemente ha un conto in sospeso con la Pro Sesto: come all’andata entra al 46’ e si scatena sulla fascia offensiva ridicolizzando il povero Campi. Da un suo corner nasce il gol di Lanzoni. Considerato che rientrava dopo sei turni appare completamente recuperato ed è forse uno dei pochi uomini indispensabili di questa Samb.
05-MOI 5,5: sul primo gol non riesce a contrastare di testa Beretta ma, anche con i piedi incontra difficoltà con gli attaccanti avversari. Un po’ meglio nella ripresa quando con l’ingresso di Titone la Samb alza il baricentro e la difesa viene meno impegnata.
06-BONFANTI 5: una giornata da dimenticare per lui che rientrava al posto dell’infortunato Caccavale: prima non riesce ad anticipare Bertolini sul pallone respinto dalla traversa, poi permette a Beretta di girarsi tranquillamente e di trafiggere Marconato.
07-TRAINI 5,5: completamente avulso dal gioco nel primo tempo confinato sulla fascia destra. Non dà alcun contributo alla causa rossoblu. Un po’ meglio nella ripresa quando viene schierato a centrocampo. Ma i ritmi di questa categoria appaiono troppo veloci per lui.
08-VISONE 6: era l’unico centrocampista che cercava di verticalizzare il gioco e di impegnare il portiere avversario con tiri da lontano e su calcio paizzato ma viene inspiegabilmente sostituito da D’Adderio al 39’ sullo 0-2 con un pari ruolo. Esce dal campo un po’ stizzito.
Dal 39° Forò 6: a parte i pochi minuti disputati prima dell’espulsione contro il Ravenna non giocava da tempo immemorabile. Come naturale impiega un po’ di tempo per entrare in partita e nel finale si fa notare per alcune belle proiezioni offensive.
09-CAMMARATA 5,5: scende in campo in non perfette condizioni fisiche. Si procura una sola occasione da gol al 64’ con un gran tiro che sfiora la traversa. Nel finale viene graziato dall’arbitro che non vede una gomitata sferrata a Preiti.
10-PIPPI 5: non riesce mai a propiziarsi una nitida occasione da gol, viene imbrigliato come domenica scorsa dai centrali avversari. A sua discolpa comunque la mancanza di palloni giocabili dalle fasce.
Dal 70° Califano 6 impiegato come al solito negli ultimi 25 minuti si fa notar per alcuni cross pericolosi e alcuni duetti con Titone. A questo punto della stagione non si capisce perché non venga mai schierato dal primo minuto.
11-PALLADINI 6: come Cammarata gioca, anche se non al meglio. Schierato a ridosso delle punte non riesce a trovare spazio tra gli avversari. Un po’ meglio nel secondo tempo quando prende in mano la squadra alla ricerca del pareggio e, come al solito, è l’ultimo ad ammainare bandiera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.023 volte, 1 oggi)