CUPRA MARITTIMA – Aiutare i terremotati anche durante la festa di San Basso. Il Comitato festeggiamenti del patrono di Cupra Marittima infatti, sensibile ai suggerimenti pervenuti da più parti all’organizzazione della festa, esprime la solidarietà e la partecipazione del Comitato e dei suoi membri al lutto per l’evento tragico e drammatico che ha coinvolto il vicino territorio dell’Abruzzo ed i suoi abitanti.

A proposito della tragedia, il presidente del comitato, Don Luigino Scarponi, dice: «La nostra fede nella potenza del Cristo Risorto, vincitore della morte e Salvatore del Mondo, deve aiutarci a vincere i sentimenti di tristezza che attanagliano il nostro cuore ed ispirarci una disposizione d’animo aperta alla speranza ed alla fiducia in un domani migliore assumendo atteggiamenti ed iniziative di concreta collaborazione in questo momento di bisogno».

«Allo scopo – spiega Don Luigino – di rendere tangibile la nostra vicinanza a queste popolazioni in sofferenza, il Comitato ha deciso di destinare parte dell’avanzo di bilancio della festa che si tiene lunedì 13 aprile, oltre che ai lavori di ristrutturazione della nostra chiesa parrocchiale, anche in aiuti economici ai terremotati attraverso i canali di raccolta che si stanno attivando».

Conclude il parroco: «Nella certezza che questa decisione contribuirà ad attenuare l’intimo disagio di tanti sensibili concittadini, invitiamo tutti a partecipare con animo sereno e spirito di fattiva collaborazione alla festa in onore del nostro Santo Patrono perché la festa riesca con il miglior risultato possibile».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 539 volte, 1 oggi)