SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si tinge di giallo il fine partita di Pro Sesto-Samb, terminata con la vittoria dei padroni di casa per 2-1. Con un comunicato ufficiale la Samb Calcio parla di «vile aggressione» da parte di alcuni tifosi lombardi che, addirittura assieme ad alcuni calciatori della Pro Sesto, avrebbero atteso i giocatori rossoblu fuori dagli spogliatoi per aggredirli.

«L’intervento delle forze dell’ordine è stato tardivo e diversi nostri giocatori sono rimasti contusi – si legge nella nota stampa – Un episodio vergognoso e premeditato poichè è stato permesso ai supporters locali di raggiungere, a fine gara, la zona riservata agli atleti. Ci chiediamo a questo punto perchè la Sambenedettese in ogni gara casalinga è costretta a pagare oltre settanta steward che si prodigano nel mantenimento delle norme di sicurezza ed invece in molti altri stadi della Prima Divisione si assistono a situazioni vergognose come quella odierna. Rimaniamo comunque in attesa di una punizione severa da parte della Lega Calcio nei confronti degli aggressori e di chi avrebbe dovuto vigilare sull’impianto lombardo affinchè questo grave episodio non accadesse».

Un fatto che naturalmente getta ancora più discredito, al di là delle persone coinvolte, sull’universo calcio in generale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.922 volte, 1 oggi)