MARTINSICURO – «Speriamo che per l’inizio dell’estate per quanto riguarda la raccolta differenziata migliori la situazione nelle nostre strade, in modo tale da presentare ai turisti e ai cittadini un paesaggio decoroso»: Massimo Vagnoni, consigliere delegato all’ambiente, a un mese dall’attivazione della nuova raccolta dei rifiuti porta a porta che ha interessato la zona collinare di Martinsicuro, traccia un primo profilo di come sta procedendo il servizio.

«Stiamo completando la fornitura dei bidoni per il vetro ai condomini e ai privati – ha spiegato Vagnoni – ed abbiamo eliminato le campane lungo le strade. Se ancora qualcuno ne è sprovvisto può ritirali negli orari di ufficio a Martinsicuro presso la sala consiliare e a Villa Rosa presso l’ufficio anagrafe. Per i giorni del ritiro sia del vetro che degli altri materiali tutte le date sono indicate nei calendari che ognuno ha in dotazione».

Nel regolamento è indicato inoltre come gli scarti del verde (relativi a potature e lavori di giardinaggio) non vanno con l’umido bensì devono essere conferiti presso l’Ecocentro gestito dalla Macero maceratese che si trova a Martinsicuro in via dell’Industria 8, oppure possono essere ritirati dalla Poliservice tramite il porta a porta chiamando il numero verde 8000111616. Allo stesso numero ci si può rivolgere per far portare via i propri rifiuti ingombranti.

Il consigliere inoltre ribadisce l’importanza di differenziare con attenzione i materiali, poiché è cambiata la discarica dove vengono conferiti i rifiuti: non più Civeta, in provincia di Chieti, ma Cesenatico (Forlì), che in maniera categorica non accetta i conferimenti irregolari.

«Ecco perché al momento del ritiro verranno controllati i sacchi della raccolta e qualora gli addetti si dovessero accorgere che al loro interno sono stati mischiati diversi materiali (ad esempio umido con secco o con carta o plastica), sono autorizzati a non ritirarli e quella stessa spazzatura verrà convogliata nel secco, con un relativo aumento dei costi di smaltimento».

E proprio per impedire che cittadini indisciplinati possano gettare spazzatura di qualsiasi genere nei cassonetti condominiali posizionati lungo le strade, il Comune invita a tenere i rispettivi bidoni all’interno delle aree private. A tal proposito per disincentivare quest’abitudine comune in molti condomini, i Vigili Urbani stanno effettuando numerosi controlli sul territorio e già sono state staccate diverse multe.

«Per ora – aggiunge Vagnoni – sono state notificate agli amministratori di condominio circa 40 multe relative all’erroneo conferimento dei rifiuti o il posizionamento dei bidoni al di fuori dell’area condominiale». Le cifre vanno da un minimo di 25 euro ad un massimo di 154.

Il Comune inoltre si sta organizzando anche per sensibilizzare i numerosi extracomunitari presenti sul territorio a rispettare le regole per una corretta raccolta differenziata, sia attraverso la distribuzione di calendari in lingua cinese, araba e inglese, sia organizzando degli incontri specifici sul tema.  

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.353 volte, 1 oggi)