GROTTAMMARE – Da Enrico Piergallini, vicesindaco di Grottammare, riceviamo e pubblichiamo.
Relativamente alla concessione del Teatro della Energie per lo spettacolo di Neri Marcoré, organizzato dall’associazione “Piceno al Massimo”, è indispensabile precisare che la giunta del Comune di Grottammare ha deliberato in maniera seria e responsabile. Non è stato commesso infatti alcun errore. Tutto è stato deciso nel pieno rispetto del regolamento comunale.

Quest’ultimo, è opportuno ripeterlo, stabilisce che il teatro possa essere concesso in uso gratuito “per attività teatrali, musicali, culturali e sociali di particolare rilevanza o interesse per la collettività”. L’iniziativa dell’associazione “Piceno al Massimo” presenta perfettamente tutte le caratteristiche di rilevanza pubblica richieste. Essa ha consentito infatti di assistere gratuitamente ad uno spettacolo di Neri Marcoré, uno degli artisti teatrali e televisivi più importanti del panorama nazionale, che ha dialogato inoltre con Massimo Rossi ovvero l’attuale Presidente della Provincia di Ascoli Piceno. Sarebbero sufficienti questi elementi per sottolineare l’”interesse” dell’iniziativa per la collettività.

Che la serata poi sia stata organizzata a supporto della candidatura di Massimo Rossi alla presidenza della Provincia nelle prossime elezioni di giugno aggiunge senza dubbio un ulteriore elemento di “rilevanza” pubblica. Non vedo infatti cosa ci sia di più importate per i cittadini delle elezioni ovvero del momento fondante della vita democratica e civile del nostro paese. Durante la serata al Teatro delle Energie ciascuno ha potuto non solo divertirsi ma soprattutto ascoltare le proposte di un candidato, ragionare, confrontarle con i programmi degli altri, iniziare insomma a maturare la decisione che esprimerà esercitando il diritto di voto.

Tutto ciò è perfettamente in linea con l’immagine del Teatro disegnata dal regolamento comunale: uno spazio assolutamente aperto a tutte le iniziative che svolgano un ruolo fondamentale nella formazione della coscienza civica. Uno spazio aperto a tutti, anche ovviamente alle iniziative che, nel caso specifico, sosterranno gli altri candidati alle elezioni provinciali.

Per quanto riguarda, poi, i tempi della concessione, anche in questo caso tutto si è svolto nel pieno rispetto del regolamento. La giunta ha deliberato la concessione gratuita del Teatro una settimana circa dopo la richiesta dell’associazione “Piceno al Massimo”. Come sempre è avvenuto in passato, per tutte le associazioni che hanno richiesto in uso gratuito il teatro delle Energie, anche in questo caso si è provveduto a non fare eseguire il pagamento dello spazio prima che la giunta abbia deciso se concederlo o no gratuitamente. Tutto ciò nell’ottica di una duplice semplificazione: innanzitutto per non costringere il richiedente ad un versamento preventivo a mo’ di “caparra”, quindi per semplificare i passaggi burocratici. Immaginate quanti sprechi di tempo e di carta se costringessimo gli organizzatori delle iniziative a pagare prima la sala e poi, se lo spazio viene concesso gratuitamente, a restituire il denaro che il comune ha ricevuto.

E’ inutile insomma che si sollevino dubbi riguardo alla correttezza della concessione. In questi anni il teatro delle Energie è stato aperto gratuitamente a moltissime associazioni, per spettacoli teatrali musicali e sportivi, insomma per tutte le attività che possedessero le caratteristiche di “rilevanza” pubblica richieste dal regolamento. Caratteristiche che, senza dubbio, possedeva l’iniziativa dell’8 aprile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 928 volte, 1 oggi)