Dopo tre anni di assenza torna il Giro d’Italia dilettanti U27, presentato a Gaiole in Chianti (SI) nel Castello di Brolio. Volontà primaria dell’evento è quella di riportare il ciclismo alle radici, con l’adozione di un protocollo sanitario rigido e di altissimo profilo scientifico, nel rispetto della salute e delle esigenze biologiche dell’atleta.
Un gruppo di medici FCI al seguito della carovana si dedicherà allo studio fisiologico degli atleti, dando loro attenzione e chiedendo alle squadre di rinunciare ai propri medici, per permettere a tutti di partecipare alla competizione ad armi pari. Attenzione verrà posta anche al comportamento in gruppo e all’etica, con l’adozione della Maglia Bartali. Sarà presente anche padre Raffaele, del Centro Spirituale del Ciclismo, che incontrerà spesso i ragazzi al Giro d’Italia Under 27 per celebrare la SS Messa.
Spazio anche alla cultura, con un incontro per rivivere le forti emozioni del ciclismo epico ed eroico, ed altri eventi finalizzati al coinvolgimento del pubblico. Il Girobio sarà per i ragazzi un’esperienza formativa importante, tesa a fare gruppo. Il prossimo 3 maggio saranno scelte le venti squadre che vi prenderanno parte. Di seguito le date.

12 giugno: Firenze – Modena km 174,6 – tappa COPPI
13 giugno: Modena – Lonato del Garda km 143,7 – tappa BOTTECCHIA
14 giugno: Lonato del Garda – Asiago km 173,5 – tappa MARTINI
15 giugno: crono Pozzoleone – 22,5 – tappa MOSER
16 giugno:Paderno del Grappa – Feltre km 155,5 – tappa NENCINI
17 giugno: riposo
18 giugno: Ferrara – Cesenatico km 146 – tappa MAGNI
19 giugno: Cesenatico – Cippo Carpegna km 160 – tappa PANTANI
20 giugno: Pennabilli – Bucine km 168,3 – tappa CHIOCCIOLI
21 giugno: Cavriglia – Gaiole in Chianti km 159 – tappa BARTALI

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 741 volte, 1 oggi)