SAN BENEDETTO DEL TRONTO- «Tra circa un mese la R.F.I (Rete Ferroviaria Italiana) di Ancona dovrebbe fare un sopralluogo a San Benedetto in relazione alla situazione della sosta dei pullman davanti al piazzale della stazione e della possibilità di usufruire del parcheggio, tutt’ora a pagamento, che si trova a nord di esso».

Lo assicura Settimio Capriotti, assessore ai Trasporti della giunta Gaspari. Quindi sembra che qualcosa si stia muovendo in senso concreto riguardo alla situazione di traffico caotico ed inquinamento insostenibile nella quale versa in pratica tutta via Gramsci, specie nelle ore di punta quando gli automezzi pubblici aspettano di caricare gli alunni dai numerosi istituti limitrofi.

Dalle ore 11,30 fino a circa le 13, e questo solo per citare l’ora di punta diurna escludendo la serale, altrettanto problematica, in pratica tutto il lato est di via Gramsci è occupato da bus e pullman in sosta, molti a motori spenti, altrettanti con i pistoni in movimento.

A suo tempo, idea risalente ad ormai tre anni fa, si era prospettata la soluzione di adibire l’attuale parcheggio pubblico adiacente alla stazione direzione nord ad una specie di isola di svincolo dove i mezzi pubblici potessero entrare, fare le operazioni di carico e scarico dei passeggeri, aspettare quelli in arrivo per poi ripartire senza bloccare difatti un’intera strada, sebbene a senso unico, come via Gramsci.

Nel frattempo dovrebbe anche essere rivista la possibilità di ridare qualche competenza specifica di utilità ferroviaria alla stazione. Questo potrebbe contribuire a rendere più efficace il servizio turistico a tutti quei visitatori su rotaie, specie giovani, che nel periodo estivo sbarcano in Riviera con tale mezzo.

Senza tralasciare che l’aumentato afflusso di persone e vitalità sociale potrebbe contribuire in modo fattivo nel tenere alla larga una parte di quel sottobosco di degrado e devianza sociale che, specie nelle ore notturne, la sta facendo sempre più da padrone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 507 volte, 1 oggi)