SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Del calcio oramai c’è poco da salvare. Ma un cuore c’è anche in questo mondo frastornato. Lo dimostrano, se ce ne fosse ancora bisogno, i tifosi della Samb che si sono mobilitati a seguito del tragico terremoto che ha colpito L’Aquila.
Domenica scorsa, fuori dai cancelli dello stadio, erano stati raccolti 1.500 euro a cui, aggiungendo il contributo dei calciatori rossoblu, si è giunti a 2 mila euro. Con questa cifra sono stati acquistati beni di prima necessità, acqua, pasta e coperte. Il tutto verrà consegnato oggi (9 aprile) alla Protezione Civile di San Benedetto: «Sarà la loro competenza, poi, trasportare la merce alla popolazione bisognosa» scrivono i tifosi rossoblu.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.941 volte, 1 oggi)