L’AQUILA – Un dramma nel dramma, una tragedia nella tragedia. Da quella maledetta scossa di lunedì mattina alle 3 e 32, non si hanno notizie di Giusy e Genny Antonini, 25 e 23 anni, due studentesse originarie di Controguerra.

Da quel che si sa la residenza aquilana delle due sorelle è via Campo di Fossa 6/b.

Anche nella pagina del sito web del Tg1 dedicata agli appelli per le persone disperse nel sisma troviamo uno straziante appello, firmato da Cristina D. B., una 19 enne che dice di essere di un paese dell’ascolano. Nello stesso appello, la ragazza chiede disperatamente informazioni sul conto di suo cugino Alberto Guercioni.

Intanto alle 23 e 13 l’Ansa ha battuto la notizia secondo cui i soccorritori continuano a scavare tra le macerie di un palazzo crollato tra domenica e lunedì in via Sant’Andrea, traversa di via XX Settembre, da dove è appena stato estratto un corpo. Secondo i soccorritori sotto le macerie ci sarebbero almeno altre due corpi. Nella via si sta lavorando al freddo e con le cellule fotoelettriche. Si scava con le mani lì ed in altri tre punti: la casa dello Studente, la palazzina di 4 piani di fronte ed in via campo di Fossa, traversa di via XX Settembre, dove abitano le sorelle Antonini. In tutti si ritiene ci siano diverse persone sepolte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.230 volte, 1 oggi)