L’AQUILA – Nuova, forte e prolungata scossa, di magnitudo 5,3 avvertita anche a Roma e in tutto il Centro Italia, dalle Marche alla Campania. Almeno una vittima, secondo l’Ansa, nella frazione di Santa Rufina di Roio. L’epicentro è stato localizzato nella zona compresa tra San Panfilo d’Ocre, Fossa, Sant’Eusanio e Forcenese.

Si tratta della seconda scossa più forte dopo quella della notte tra domenica e lunedì. Il sisma ha provocato ulteriori crolli a L’Aquila come parte della chiesa delle Anime Sante in piazza Duomo e la palazzina dove era sistemati i serbatoi idrici nei pressi della stazione ferroviaria. Crolli anche in provincia. Una grande nuvola di polvere si è levata da via XX Settembre.

Il movimento tellurico è stato sentito un po’ ovunque nel centro Italia, anche nelle Marche lungo la costa sambenedettese, dove alcune persone prese dal panico sono scese in strada.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.575 volte, 1 oggi)