ANCONA – Sono stati pubblicati sul bollettino ufficiale della Regione Marche del due aprile scorso i bandi di contributo previsti dalla legge regionale 20 del 2003, testo unico su industria, artigianato e servizi.Complessivamente ci sono 5,66 milioni di euro a sostegno delle imprese artigiane.

In particolare si tratta di contributi a Comuni, consorzi di imprese e consorzi misti per la realizzazione di opere di urbanizzazione, per ristrutturazione di fabbricati da destinare ad attività artigiane, per rassegne ed esposizioni tematiche delle produzioni artistiche, tradizionali e tipiche, per recupero, ristrutturazione e adeguamento funzionale di locali comunali da destinare ad attività artistiche tradizionali e tipiche. E ancora, agevolazioni alle imprese dell’artigianato artistico, tipico, tradizionale e dell’abbigliamento su misura per l’ammodernamento, la ristrutturazione, il ripristino e il mantenimento delle strutture e delle attrezzature utilizzate e per l’avvio di nuove attività, contributi a queste imprese per l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e brevetti.

Poi c’è un altro bando recentemente approvato sugli investimenti eco innovativi delle imprese. Un altro milione e mezzo di euro per sostenere investimenti finalizzati all’introduzione di eco-innovazione di processo per la protezione dell’ambiente. L’economia verde è infatti definita come una delle principali vie d’uscita dalla crisi internazionale.

Sia i bandi relativi alla legge 20 che quello relativo all’innovazione ambientale, sono reperibili al sito www.marcheimpresa.net. Per i primi la scadenza è al 18 giugno 2009, per il secondo al 20 maggio 2009.

Si tratta del quadro attuativo della legge regionale 20 del 2003 per l’anno 2009, approvato dalla Giunta regionale con la deliberazione 406 del 16 marzo scorso.

L’assessore regionale alle Attività produttive, Fabio Badiali dice: «Tempestività e semplificazione sono state le nostre linee d’intervento, la documentazione che bisognerà predisporre per fruire delle agevolazioni, infatti, è stata resa omogenea, mentre scadenze e adempimenti saranno i medesimi per tutti gli interventi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.270 volte, 1 oggi)