TERAMO – La Questura di Teramo smentisce ogni voce che in queste ore si sta diffondendo su un ipotetico ed imminente terremoto nel teramano.

Tra ieri ed oggi infatti, in numerose località della provincia si sono verificate evacuazioni di uffici pubblici ed abitazioni a seguito di annunci fasulli dell’arrivo di una probabile forte scossa. L’avviso arriva in genere attraverso una telefonata in cui sedicenti appartenenti a varie organizzazioni invitano i cittadini ad allontanarsi per salvaguardare la propria incolumità.

Scene di panico con gente che si riversa nelle strade si sono avute sia a Teramo sia in numerosi centri della provincia. Lo stesso ospedale Mazzini è stato scenario stamattina di un “esodo” di personale e pazienti che a seguito di un avvertimento telefonico venivano invitati a portarsi fuori dalla struttura ospedaliera per mettersi in salvo.

La Questura pertanto invita a verificare ogni informazione sulla fondatezza di futuri allarmi di massa presso le centrali operative delle Forze di Polizia e a richiederne l’intervento ogni qualvolta si presenti un soggetto che riferisca la possibilità di un terremoto, per l’identificazione all’autorità giudiziaria.

Analoghi episodi si sono verificati anche nell’Ascolano e anche ad Avezzano, dove falsi e folli sms sono stati inviati annunciando l’arrivo di un terremoto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.055 volte, 1 oggi)