SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono salite a 17 le persone scampate al terremoto in Abruzzo, già arrivate a San Benedetto, grazie all’ospitalità di privati che hanno messo a disposizione appartamenti liberi. Dopo le prime otto di ieri pomeriggio (due delle quali ricoverate in ospedale in seguito alle ferite riportate per il crollo delle abitazioni nel centro dell’Aquila), e la famiglia di cinque persone nel tardo pomeriggio sempre di ieri, stamattina è giunta in Riviera un’altra famiglia, composta da quattro persone (compreso un bambino di 1 anno). Gli appartamenti occupati ieri si trovano in due civici di via Formentini, oggi invece le famiglie hanno trovato posto in vicolo Alfieri.
L’Amministrazione comunale rivolge un appello ai privati che ne avessero la disponibilità, ad ospitare eventuali sfollati in appartamenti sfitti e ammobiliati. Un appello al quale i sambenedettesi (e coloro che pur vivendo altrove hanno appartamenti in Riviera) stanno già rispondendo numerosi. Per ogni informazione, compresa la manifestazione di questa disponibilità, si possono chiamare i numeri di telefono 0735.781486 (Protezione civile presso il Palazzetto dello sport), o 0735.594443 (comando della Polizia municipale, piazza Battisti 1). La Caritas diocesana, a sua volta, sta fornendo beni di prima necessità ai terremotati che arrivano.
Nel corso della giornata, com’è comprensibile, il numero delle persone ospitate a San Benedetto è destinato a salire.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.147 volte, 1 oggi)