TABELLINO DI PRO VASTO-GROTTAMMARE 1-0 (1°T.0-0)
PRO VASTO: Mainardi, Scielzo, Gargiulo, Cioffi, Ciotti, Ferreyra (63′ Digno), Fiore, Della Penna (75′ Suriano), Ludovisi, Potenza, Bonfiglio (49′ Soria). Allenatore: Giuseppe Di Meo
GROTTAMMARE: Domanico, Oddi, Nicolosi, Rulli, Cameli, Del Moro, Marini (61′ Pasquini), Polenta, Di Felice, Maccagnan (80′ Maraschio), Marcatili. Allenatore: Rosario Scarfone
Arbitro: Federico Fanton di Lodi
RETI: 90′ Cioffi (P.V.)
Espulsi:75′ Rulli (G) per fallo di reazione
Ammoniti: Gargiulo (P.V.), Marini (G), Polenta (G), Oddi (G) e Domanico (G).
Spettatori: 700 circa.

VASTO – Il Grottammare pur avendo disputato una buona gara  si arrende al minuto 90 al guizzo di Cioffi incassando la 17°sconfitta (l’ottava fuori casa), una sconfitta però che stavolta oltre a lasciare l’amaro in bocca essendo maturata nel finale sembra avere il sapore della condanna quasi definitiva essendo rimasto a -3 dalla Maceratese  ma soprattutto andato a -5 dal Real Montecchio (che ha nettammente fatto suo lo scontro diretto contro la Maceratese) e dai conseguenti play out.

Insomma l’eccellenza è sempre più vicina ma peccato perchè a Vasto i biancocelesti hanno vissuto l’ennesima puntata di un matchfilm già visto in questa stagione con punti persi nel finale di gara dopo essere rimasti a lungo in partita. Di contro invece una Pro Vasto euforica che ha riabbracciato in panchina Di Meo dopo 8 turni di squalifica,  centrando in zona Cesarini la sua 16°vittoria (la decima in casa) la 5°consecutiva che vale un ulteriore avvicinamento al Fano (bloccato a Casoli sul 3-3) e quindi ora la squadra Vastese, sente sempre più profumo di sorpasso.

La squadra di Scarfone ha lottato fino ala fine puntando sulla velocità nelle chiusure e nelle tentate ripartenze, con una difesa serrata che ha ceduto solo al fotofinish. Gara dalle poche emozioni soprattutto nella prima frazione eccetto i primi 10′. Ripresa più vivace con diverse occasioni da una parte e dall’altra  con Mainardi che ha salvato la sua porta in 2 occasioni dagli attacchi ospiti . La cronaca: partivano bene i padroni di casa  con Potenza che al 5‘ centrava la traversa con un bolide da fuori area. In chiusura di prima frazione era Fiore a sfiorare il palo. Nella ripresa al 54′ il nuovo entrato Soria faceva da sponda per l’ex biancoceleste Ludovisi che non centrava lo specchio per un pelo.

Al 59′ e al 71′ ci provava Potenza le cui conclusioni erano respinte dall’attento Domanico che deviava in corner.  Al 69′ e al 72′ la formazione ospite si affacciava davanti rendendosi pericolosa con le conclusioni del nuovo entrato Pasquini e di Marcatili ma in entrambe le occasioni Mainardi salvava la sua porta. Al 74′  una gran punizione dell’ex biancorosso Maccagnan , terminava di poco fuori. Un minuto dopo l’episodio forse decisivo quando capitan Rulli dopo un fallo subito,  perdeva le staffe lasciandosi andare ad un fallo di reazione che veniva punito col cartellino rosso. All’84’Soria impegnava severamente Domanico.

Poi al 90’ quando la gara sembrava destinata a concludersi a reti bianche arrivava in mischia il guizzo di Cioffi che infilava la porta rivierasca. Dopo la sosta pasquale il Grottammare ospiterà al Pirani l’Atletico Trivento in quella che dovrebbe essere una delle ultime occasioni per evitare la retrocessione, se infatti la squadra di Pignotti non dovesse vincere quella sfida sarebbe praticamente finita la corsa anche  per agganciare quanto meno i play out.

 
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)