CUPRA MARITTIMA – Giancarlo Zulli ritira la candidatura di sindaco, al suo posto si presenterà Enrico Fantuzzi. Si annuncia così una nuova lista civica: “Cupra per tutti” non esiste più, ora al suo posto c’è “Cupra Libera“, nata dalla fusione di due comitati.

Candidato sindaco è ora l’ingegner Enrico Fantuzzi, professionista con un’esperienza ventennale come consulente tecnico per diverse centinaia di aziende concentrate prevalentemente nel Piceno, ed esperienze in altri settori.

Mentre il geologo Giancarlo Zulli, dipendente Ministero dell’Interno, è candidato come vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici.

La lista già completa dei candidati sarà resa nota nei prossimi giorni, in quanto aperta ad accogliere altre persone, nuove o anche con passate esperienze amministrative.

Tra i punti del programma della nuova lista, spiegano i candidati, «abbiamo la presunzione di poter consentire a tutti l’acquisto di una casa di proprietà, partendo dalle giovani coppie sposate o prossime a farlo, per poi estendere il provvedimento a tutti gli interessati. Pensiamo che ci sia la possibilità di individuare nel Piano regolatore alcune aree agricole dove la trasformazione in edificabili possa avvenire senza deturpare il nostro territorio e che ci sono proprietari di terreni agricoli disposti ad un accordo con l’amministrazione per vederle subito edificabili, cedendone una parte gratuitamente al Comune».

«In tal caso – spiegano Zulli e Fantuzzi – con la disponibilità gratuita di aree edificabili e con la progettazione interna, si potrebbero realizzare senza fine di lucro appartamenti al costo di circa 850, 900 euro al metro quadrato. Un appartamento di circa 70 metri quadrati potrebbe essere realizzato ad un costo di circa 60 mila euro: il valore dell’immobile sarebbe certamente superiore e pertanto mutuabile al 100% senza difficoltà ed eccessive garanzie dei soggetti interessati. Risultato: una casa di proprietà con zero anticipo e rata mensile con meno di 300 euro al mese».

I candidati vorrebbero inoltre «un Comune a disposizione di tutti i cittadini per risolvere le problematiche di ognuno in tempi brevissimi, adottando procedure semplici e veloci per tutti, istituendo uno sportello d’ascolto seguito da un tutor».

«Non realizzeremo mai – proseguono i candidati – un intervento importante se lo stesso non viene prima accettato dalla maggioranza dei cittadini, dopo averne fatta un’ampia valutazione dei benefici per la crescita del nostro Paese. Per questo vogliamo valorizzare le peculiarità ambientali, architettoniche e artistiche di Cupra, puntare sul turismo, e favorire le attività sociali, sportive e culturali, per creare lavoro, per far diventare il paese un centro vivo e non un quartiere dormitorio dei centri vicini».

Il programma di Fantuzzi e Zulli prevede anche altri punti tra i quali «l’aumento della sicurezza dei cittadini, il miglioramento della viabilità cittadina con creazione di nuovi parcheggi, la riqualificazione del centro urbano, con particolare attenzione alla cura del verde pubblico, la sistemazione delle strade rurali, con asfaltatura, illuminazione, metanizzazione ed impianti fognari, la realizzazione di un porto turistico e piccola pesca, la realizzazione di un nuovo polo artigianale e industriale, la piscina comunale e il polo medico».

“Cupra Libera”, come le altre liste, presenterà comunque il suo programma dettagliato nei prossimi due mesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 1.448 volte, 1 oggi)