GIULIANOVA – Videopoker truccati e schede clonate in alcuni esercizi pubblici siti tra Alba Adriatica e Giulianova sono stati individuati dalla Guardia di Finanza di Giulianova che ha provveduto al sequestro di 29 apparecchi, di 7 schede e alla denuncia di 5 persone per truffa aggravata. Altre due persone sono state invece segnalate per violazioni amministrative ai Monopoli di Stato di Pescara.

L’operazione, nell’ambito dei servizi volti a contrastare il gioco d’azzardo, è stata avviata grazie ad alcune segnalazioni avvenute al numero 117, al quale avevano telefonato sia familiari che vedevano i propri congiunti indebitarsi sempre più al gioco, sia alcuni giocatori che avevano sospettato delle anomalie negli apparecchi dei videopoker.

Attraverso la collaborazione tra Guardia di Finanza e Azienda dei Monopoli di Stato di Pescara sono partite una serie di ispezioni in esercizi pubblici di Alba Adriatica e Giulianova: sono stati così individuati una serie di schede clonate e apparecchi manomessi che non erano collegati alla rete dei Monopoli di Stato.

In base ad una prima ricostruzione le Fiamme Gialle hanno potuto quantificare che gli incassi illecitamente percepiti si aggirano intorno ad un milione e 80mila euro.   

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 829 volte, 1 oggi)