Teramo – T&T Martinsicuro 100-72

Martinsicuro: Stakic 15, Aniello 17, Cardinaletti 18, Gordon 2, Antonini 9, Mascioni 5, Di Francesco 6, Pulcini 2, Di Battista ne, Scarpantoni ne. Coach Di Francesco, vice Santi

Ritorna da Teramo con le ossa rotte una T&T Martinsicuro che risulta inesistente per tutto il match e che non impensierisce mai l’avversario, subendo per tutti i 40 minuti.
Peccato, visto che si trattava di una occasione ghiotta per chiudere il discorso per arrivare primi nella regular season. Invece Stakic e compagni seguiti da una cinquantina di sostenitori non hanno mai espresso quel gioco che li fa essere ancora soli al comando del campionato.
Le defezioni in campo erano due. Oltre al play Zappacosta, anche Di Furia si è dovuto fermare per una lussazione al dito della mano steccata già da giovedì. Si salvano solo Cardinaletti e il capitano Aniello, autori di 18 e 17 punti, davvero poca cosa comunque davanti a un Teramo che ha fatto da padrone in campo con Polonara e l’argentino Perez, che hanno dato spettacolo.
Ora i ragazzi del presidente Leone domenica prossima sono chiamati a chiudere ogni discorso per la regular season contro quel Penne che a detta di tutti è la vera antagonista di Stakic e compagni per la vittoria finale.
L’appuntamento è alle 18 al Palasport. Si attende un gran pubblico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 544 volte, 1 oggi)