SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I vertici provinciali delle forze dell’ordine e dei Vigili del Fuoco si sono riuniti in Comune alla presenza del sindaco Giovanni Gaspari. L’iniziativa, per lo svolgimento della quale c’è stata l’azione agevolatrice del Prefetto di Ascoli Alberto Cifelli, ha avuto come tema i locali pubblici di intrattenimento nel territorio sambenedettese.
Come rendere sicura la “movida”? Come ottenere che gli imprenditori che desiderano offrire musica e ballo a centinaia di persone lo facciano nelle massime condizioni di sicurezza, in termini architettonici e sociali?
Questo il tema. Dice il sindaco Gaspari: «Sono settimane che stiamo lavorando al tema della movida, perché per una città turistica come la nostra si tratta di un tema importante. Che gli imprenditori come i semplici cittadini debbano rispettare le leggi è scontato. Ma c’è una parte del settore imprenditoriale che vorrebbe poter continuare a intercettare il movimento giovanile e offrire divertimento in sicurezza e in accordo con le leggi, ad esempio quelle anti incendio».
Continua il sindaco: «Oggi non ci sono le condizioni adeguate. Il Comune cerca di fare una mediazione fra chi vuole investire nella messa a norma dei locali e le autorità preposte a vigilare sul rispetto di quelle norme».
A giorni è prevista una ordinanza del primo cittadino sul “divertimento sicuro” e sulla disciplina del consumo di alcol.
All’incontro in Comune erano presenti oltre al sindaco e al dirigente dell’urbanistica Polidori il Questore Mastrogiovanni, il colonnello dei Carabinieri Patrizio, il colonnello della Guardia di Finanza Montanaro, il comandante della Capitaneria di Porto Forner, il colonnello Ricci della Forestale, il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Di Pardo, il commissario di Polizia Fischetto e il capitano Vaccarini del locale comando dell’Arma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.081 volte, 1 oggi)