SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Donne in cammino: in molte epoche storiche e ambienti non sono state rispettate, e ancora oggi in molti paesi le donne sono considerate merce di scambio, vittime di numerosi soprusi da parte degli uomini.
Le donne potranno avere parità di diritto sugli uomini solo quando in tutti i paesi del mondo vi sarà un reale rispetto nei confronti della parte femminile. La lotta delle donne per rivendicare i loro diritti iniziò nel ‘700 in Inghilterra.
Oggi grazie al progresso, le donne sono meglio accettate nella società ma in alcuni paesi poveri come Africa e Asia le donne sono addirittura proprietà degli uomini che hanno diritto di vita e di morte su loro. Comunque in molte nazione le donne sono sottomesse agli uomini.
Con l’avvio del processo di industrializzazione ci fu il cambiamento perché le donne cominciarono a lavorare fuori casa con la separazione tra luogo di impiego e lavoro casalingo. Ciò ebbe come conseguenza un aumento degli impegni e delle responsabilità e diede loro una maggiore consapevolezza dei propri diritti. Nel frattempo bisognerebbe responsabilizzare le donne a ribellarsi dalle ingiustizie dei soprusi degli uomini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 271 volte, 1 oggi)