CUPRA MARITTIMA – Proseguono gli incontri di Vivere Cupra. Franco Veccia, candidato sindaco, incontra martedì 31 marzo le associazioni culturali cuprensi presso il ristorante Hotel Europa. «La cultura è ricordare le proprie origini, valorizzare la propria storia, comprendere la grandezza dell’uomo, riconoscendone l’incompletezza e i limiti – sostiene Veccia – saper vivere nell’ambiente e con l’ambiente, conoscere le risorse socio-culturali del territorio e potenziarle in vista del beneficio di tutti, capire e rispettare il valore intrinseco di ogni uomo, qualunque sia la sua provenienza o la sua estrazione sociale».

Prosegue il candidato: «Ciò che nel settore cultura ci sta più a cuore è poter ripristinare la vicinanza tra Amministrazione e associazioni culturali che spesso si sentono abbandonate dalle istituzioni, favorendo incontri a cadenza fissa per analizzare, progettare e coordinare insieme i vari interventi da effettuare».

Secondo Veccia «è necessario ripartire dai ragazzi e dai giovani lavorando in più stretto contatto con la scuola. In particolare istituendo  un’aula verde in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale, aperta agli alunni delle scuole per svolgere attività di studio del territorio e con l’obiettivo di formare la coscienza ecologica dei cittadini».
Sempre per i ragazzi  il candidato suggerisce «l’istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi nell’ambito della formazione del giovane e del cittadino e al fine di promuovere la partecipazione democratica all’amministrazione del paese».

Importante secondo Veccia «stimolare i ragazzi nei riguardi di storia e archeologia attraverso il progetto “miniguide museali e archeologiche”, rivalutare e potenziare la realtà del Centro di Aggregazione Giovanile creando una ludoteca per fasce di età e uno sportello di consulenza psico-pedagogica presso la scuola e potenziando la Biblioteca Comunale».
Nel programma di Veccia c’è anche la promozione di un gemellaggio interculturale con una città di un paese europeo o extraeuropeo quale strumento di riconciliazione e fondamento per la pace.

Si rende così necessaria, secondo la lista Vivere Cupra, l’istituzione di una figura coordinatrice dei progetti per valutare e studiare le varie possibilità date da Regione, Provincia o Enti vari in merito a bandi, fondi, sovvenzioni e progetti da attuare indirizzandole all’Assessorato o all’Associazione più indicata, allo scopo di non perdere fondi preziosi che, seppure in un momento così critico per la finanza locale, nazionale e mondiale, saranno in ogni caso erogati.
Importante è per Veccia inoltre «promuovere attività quali il teatro, la musica e il canto, anche per aiutare e sostenere la scuola che non riesce a mettere in atto ciò che nel proprio Piano dell’Offerta Formativa propone di attuare cominciando a pensare anche a degli spazi idonei dove poter praticare tali attività come teatro o auditorium»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 941 volte, 1 oggi)