GROTTAMMARE – È la prima seduta multimediale per il consiglio comunale grottammarese, realizzata tramite collegamento in streaming. L’iniziativa ha dovuto essere recepita nel regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale, approvazione, quindi, che ha aperto la seduta ed è stata votata all’unanimità.

Per i cittadini interessati è possibile rivedere la ripresa del Consiglio comunale del 30 marzo cliccando il link in home page del sito web del Comune www.comune.grottammare.ap.it .

Approvati all’unanimità anche altri 4 punti all’ordine del giorno, tra cui l’adesione a una proposta della Provincia di Ascoli Piceno per la gestione associata della formazione del personale dipendente, e diversi regolamenti di cui l’amministrazione comunale ha deciso di dotarsi per disciplinare alcuni aspetti specifici della vita cittadina: la disciplina dell’occupazione temporanea di suolo pubblico – il regolamento contempla varie tipologie di “dehors” (spazi esterni) e indica regole ancora più dettagliate per l’occupazione di spazi all’interno di aree sensibili (tra cui il centro storico e viale Colombo); il Regolamento per la concessione in uso della sala consiliare, con l’obiettivo di permetterne l’utilizzo equo e coordinato tra i vari richiedenti; il Regolamento comunale sul funzionamento della Mediateca comunale, in vista della prossima apertura all’interno della Biblioteca “Rivosecchi” grazie alla collaborazione con l’associazione culturale “The last movie”, per valorizzare e conservare il patrimonio multimediale (circa 15 mila titoli) dell’ex videoteca sambenedettese “Night and Day”. Durante la trattazione del punto, l’assessore alla Cultura Piergallini ha annunciato l’apertura della Mediateca per il 19 aprile.

La mozione “No al nucleare”, presentata da alcuni consiglieri di Solidarietà e Partecipazione è stata approvata con il voto favorevole dei consiglieri di Solidarietà e Partecipazione e di Grottammare Futura; contrari i consiglieri del Popolo delle Libertà.   Stesso esito di voto per il punto relativo all’approvazione del Regolamento comunale per la concessione del “prestito d’onore”.

Delle cinque interrogazioni presentate dal gruppo Popolo delle Libertà, i consiglieri proponenti si sono dichiarati pienamente soddisfatti per quella relativa al funzionamento dell’Ufficio Relazioni con il pubblico, parzialmente soddisfatti per quella sulle opere esterne alla piscina comunale e per quella relativa alla costituzione e utilizzo del fondo incentivante (gettito Ici) destinato all’ufficio Tributi. I consiglieri si sono detti non soddisfatti, invece, per la risposta al quesito relativo alla presenza dei venditori ambulanti nell’ambito del parcheggio del centro commerciale L’orologio. Fatti legati al senso di disturbo provato da alcune persone  avvicinate dai “vu’ cumprà” con l’offerta di riposizionare il carrello della spesa in cambio della moneta bloccata all’ancoraggio. Segnalazioni, come ha replicato il sindaco Merli rispondendo all’interrogazione, che tuttavia non trovano riscontro nelle attività di controllo delle forze dell’ordine cittadine – polizia municipale e carabinieri – allertate sull’argomento.

Infine, la risposta sulla richiesta di intervento di manutenzione dell’ antico muretto in via Sant’Agostino è stata giudicata non soddisfacente, nonostante la spiegazione che il manufatto – di fattura ottocentesca – è inserito in un progetto di recupero più ampio che chiuderà l’intera opera di riqualificazione del vecchio incasato ed è subordinato al benestare della Soprintendenza ai Beni Architettonici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 702 volte, 1 oggi)