VAL VIBRATA – I Lavoratori Socialmente Utili della Val Vibrata si mobilitano per sensibilizzare le istituzioni al fine di ottenere la stabilizzazione della propria posizione lavorativa. Mercoledì 25 Marzo si sono recati a Roma ad una manifestazione che si è tenuta davanti al Ministero del Lavoro, e in quell’occasione Settimio Ferranti, presidente dell’associazione “Dalla Parte Giusta” – di cui fanno parte gli lsu – ha iniziato lo sciopero della fame. La protesta ora si sposta a Teramo, dove per lunedì 30 marzo è prevista una seconda manifestazione dei lavoratori socialmente utili che chiederanno un incontro con il Prefetto Francesco Camerino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)