ASCOLI PICENO – Lavoro, occupazione femminile, progettazione di un’offerta turistica di eccellenza, politiche attive per il lavoro: questi i temi affrontati nell’incontro dibattito ”Al primo posto il lavoro” promosso dal coordinamento provinciale di Italia Dei Valori giovedì sera presso l’Hotel Marche in vista delle elezioni provinciali.
L’incontro ha preso l’avvio con il consigliere comunale sambenedettese Palma Del Zompo, coordinatrice provinciale delle donne per l’IDV, che a proposito di occupazione femminile (Italia al penultimo posto in Europa con il 46%, dopo di noi solo Malta) ha messo in evidenza come questo sia un problema non delle donne ma della intera società, lanciando la proposta di una provincia con il “bollino rosa”, che promuove le politiche di genere e di conciliazione vita – lavoro.
Sono intervenuti anche il candidato sindaco di Ascoli Piceno per la coalizione di centro sinistra Canzian, il candidato alla presidenza della Provincia Emidio Mandozzi e l’ex sottosegretario Pietro Colonnella, tutti esponenti del Pd.
Mandozzi ha sottolineato l’importanza di fare squadra, nella progettazione di una offerta turistica di eccellenza così come nella promozione di politiche attive per il lavoro, sostenendo l’abbreviazione dei tempi di liquidazione delle competenze maturate dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione.
Fra i parlamentari presenti, oltre a David Favia, c’era Massimo Donadi, che ha affermato:«Serve una operazione verità per il nostro paese, sono stati sperperati per operazioni opinabili, come Alitalia, abolizione ICI a tutti, cartolarizzazione degli Enti Previdenziali, miliardi di euro che avrebbero potuto sostenere oggi la nostra economia».
«Il lavoro è visto come priorità assoluta delle linee di intervento programmatico e progettuale della nostra futura proposta di governo» ha affermato Andrea Cardilli: «Le linee programmatiche elaborate in comune con il PD ci trovano concordi nel ribadire che la coalizione dovrà attuare una convergenza di forze e di intenti verso il comparto occupazionale, definendo strategie e investendo in azioni che promuovano ricadute rapide sul territorio. Compito di chi amministra non è tanto accompagnare ed assistere i lavoratori in crisi, come spesso vediamo fare, ma intervenire su analisi di risorse e attuazione di interventi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 655 volte, 1 oggi)