SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Benito Rossi, sindacalista dell’Ugl e dipendente dell’ospedale “Madonna del Soccorso”, esorta le forze politiche di governo locale e regionale affinchè mettano in moto una celere ristrutturazione dell’impianto, trovando i fondi per attuare quel progetto presentato ai sindaci dei Comuni del comprensorio e chiedendo inoltre maggiori investimenti per ciò che concerne le esigenze tecnico organizzative e coordinative del comparto nell’emergenza territoriale. Un modo per poter gestire meglio la vastità territoriale della Zona 12.

«Nell’immediato – dichiara Rossi – sollecitiamo una maggiore collaborazione con la Cardiologia di Ascoli, in modo che i pazienti urgenti cardiopatici vengano inviati presso l’ospedale “Mazzoni”. Questo per evitare estenuanti viaggi presso il “Torrette” di Ancona. Di ciò chiediamo che se ne faccia direttamente carico il dottor Petrone (dirigente della zona 12, ndr), anche attraverso l’impegno dell’Assessore Emili».

Ed ancora: «Dai dati forniti durante la riunione riteniamo prioritario procedere verso un rapido recupero della mobilità passiva, attraverso la collaborazione dei medici di famiglia e di tutti gli attori della sanità locale operanti nel pubblico e nel privato».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 482 volte, 1 oggi)