SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono stati 28 gli artisti che da ogni parte del mondo hanno inviato la richiesta di partecipazione alla ormai affermata manifestazione sambenedettese Scultura Viva. Di questi ne sono stati selezionati otto per 3 categorie. Si sfideranno nello scolpire i massi della stupenda passeggiata del molo sud.
Per la Sezione Artisti internazionali sono Evrim Kilic dalla Turchia, Blanka Bernasconi dalla Svizzera, Domenico A. Di Guglielmo dal Canada, Emil Adamec originario della Repubblica Ceca , ma residente a Hong Kong (Cina), Emanuele Rubini dall’Italia e Maurizio Perron sempre dall’Italia.

Per la Sezione Artista Giovane è stata selezionata Francesca Bianconi, per la Sezione Artista Locale lo scultore Francesco De Angelis.

Due le riserve ufficiali: Valentino Giampaoli (Italia); Vincent Lievore (Francia).

«L’importanza del Simposio di quest’anno – spiega l’organizzatore Piernicola Cocchiaro – che vedrà raggiungere la quota delle 103 sculture presenti sulla passeggiata artistica del molo sud, ha imposto una attenta selezione, che ha portato alla scelta di quattro scultori stranieri e quattro italiani».

Per la prima volta parteciperanno artisti in rappresentanza del Canada, della Svizzera, della Turchia e della Cina.

«Molto importante – continua Cocchiaro – è anche la presenza dei due artisti internazionali italiani Perron e Rubini. Il primo perché ha partecipato ad alcuni dei più importanti Simposi di scultura del mondo ed il secondo perché ha partecipato invece ad una delle ultime edizioni della Biennale di Venezia».

Anche quest’anno “Scultura Viva” sarà interamente curata dall’Associazione “l’altrArte” e si avvarrà, oltre che di un significativo budget destinatogli come ogni anno dall’Assessorato alla Cultura del Comune di San Benedetto, anche di un contributo della Fondazione Carisap e dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Ascoli Piceno.

Importante come sempre sarà l’apporto dell’Associazione Albergatori che dalla prima edizione ospita a proprie spese gli artisti e della Ditta Elettropneumatica di Porto d’Ascoli, che sempre dalla prima edizione, mette a disposizione gratuitamente una potente macchina per la produzione di aria compressa ed i tecnici per l’assistenza agli scultori durante l’intero Simposio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 989 volte, 1 oggi)