ASCOLI PICENO – Ancora una rissa ed ancora con il coinvolgimento di persone di nazionalità marocchina. Questa volta è successo alla Volante della Questura intervenire prontamente in via Po di Ascoli Piceno per un sinistro stradale unitamente ad una pattuglia del radiomobile dei carabinieri. La segnalazione era relativa ad un accoltellamento avvenuto a seguito del sinistro. Sul posto veniva identificato B.H. di anni 28 marocchino il quale a seguito della discussione nata dal sinistro aveva accoltellato un cittadino italiano F.M. di anni 32 di Ascoli Piceno causandogli una ferita da taglio all’emitorace sinistro poco profonda con una prognosi di giorni 15.
In sostanza alla rissa che si scatenava a seguito dell’incidente prendevano parte oltre alle due persone sopra citate anche la moglie del cittadino marocchino,B.T. di anni 30 italiana che colpiva i ragazzi con schiaffi e pugni nonché un altro cittadino italiano B.D. di anni 23 di Ascoli Piceno il quale ricorreva ad un coltello che era nell’auto.
Nel corso della rissa il cittadino marocchino utilizzava un coltello di cui poi riusciva a disfarsi mentre i cittadini italiani tiravano fuori due coltelli ed un tirapugni che venivano successivamente fatti ritrovare dalla ragazza presente in auto con i due italiani.
Alla fine il cittadino marocchino veniva tratto in arresto per lesioni e porto abusivo di armi e rissa, mentre tutti venivano denunciati per rissa aggravata. Al termine degli atti lo stesso veniva associato alla casa circondariale di Marino del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 934 volte, 1 oggi)