GROTTAMMARE – I Comuni di San Benedetto del Tronto e Grottammare su idea dell’associazione di volontariato l’Amico fedele, ha organizzato per domenica 29 marzo un convegno decisamente interessante, in grado di portare una nuova visione in Riviera per quanto riguarda il canile del comprensorio.Il convegno, che si terrà al teatro dell’Arancio dalle 10 alle 18, sarà tenuto dal professor Roberto Marchesini, esperto del settore cinofilo, scrittore e saggista e tratterà appunto il tema che vede il canile “da discarica a centro di valorizzazione della relazione uomo-cane, presentando appunto gli studi presenti anche nel suo libro “Il canile come presidio zooantropologico”.

«Nel convegno – spiega Alice Agnelli presidente dell’associazione l’Amico fedele – verrà portata una nuova concezione di canile, dove questo non è visto come una realtà emarginata, la soluzione finale al problema dei cani senza tetto, ma piuttosto una responsabilità della cittadinanza. Il canile deve essere un posto accogliente, con molto verde, invitante per i cittadini che vogliono adottare un cane o semplicemente fare compagni agli animali ogni tanto. Nel 2007 è stata stipulata, grazie all’associazione, una convenzione, che permette ai volontari di entrare al canile l’ultima domenica del mese, per permettere loro di correre e ricevere affetto, fattore importante per l’adozione è infatti il continuo rapporto con l’uomo. I frutti si stanno già raccogliendo, infatti grazie anche a delle campagne di sensibilizzazioni mensili, nel 2008 le adozioni sono state quasi il doppio, circa 50 cani adottati».

«Il canile del nostro comprensorio – continua Paolo Canducci assessore all’ambiente del Comune di San Benedetto – è di certo uno dei migliori in Italia per quanto riguarda la gestione, ma avere un canile non significa soltanto dare da mangiare quotidianamente ai cani, significa anche mantenere un rapporto con loro, dargli una carezza. Di certo i volontari apporterebbero in questo senso un ottimo aiuto, grazie quindi anche alla collaborazione con il Comune di Ripatransone e il gestore Picenambiente».

Infine l’assessore all’ambiente grottammarese Giuseppe Marconi da un’anteprima, il 22 aprile, infatti, si terrà il Microcip day, in collaborazione con l’Asur locale: «C’è da precisare che nel canile finiscono solo i cani senza microcip e senza tatuaggio, per questo abbiamo pensato questa giornata: sarà l’occasione per mettere in regola il proprio cane, pagando soltanto il costo del microcip, che è di 14 euro».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.280 volte, 1 oggi)