SAN BENEDETO DEL TRONTO – Bilancio più che positivo per la Croce del sud. Nei giorni di visita del vescono brasiliano Josè Luis Azcona, sono stati raccolti circa 8.400 euro di cui, tolti 3 mila euro per le spese di organizzazione, all’incirca 5 mila andranno a contribuire alle opere da realizzare a Marajò.

A ringraziare tutti i cittadini, anche a nome di Azcona, è Don Franscesco Ciabattoni, presidente della Croce del Sud Sambenedettese. Colgono l’occasione anche i volontari della sede brasiliana dell’associazione. Sono Mara Abreu, Ivanilda Bastos De Almeida e Francisco Furtado che sono arrivati insieme al vescovo missionario dom Josè Luis Azcona ed hanno partecipato all’animazione durante i tre giorni del convegno e, successivamente, dopo la partenza del vescovo hanno continuato il loro servizio.

Francisco e Ivanilda, rispettivamente presidente e segretaria della sede della Croce del Sud di Marajò, portano la loro testimonianza:«A Marajò i bambini non hanno nulla, c’è chi si prostituisce per un piatto di riso, i bambini vanno a scuola perchè non hanno le possibilità e i giovani si suicidano perchè non hanno futuro. È in queste condizioni che vive più della metà della popolazione».

Anche Mara, volontaria, dice: «Azcon, nelle sua visita in Italia, ha annunciato insieme al vangelo anche le condizioni pietose di vita della popolazione di Marajò. L’unico modo per salvare i bambini dalla pedofilia e dai commercianti di organi è riuscire a farli adottare a distanza. La Crode del Sud sta facendo questo. Anzi, Cogliamo l’occasione per invitarvi tutti a venire con noi a Marajò, per lavorare come volontari per qualche mese. È un’esperienza che rimane dentro e che arricchisce chi la vive».

Per informazioni circa il poter raggiungere i volontari di Marajò è possibile contattare direttamente l’associazione Croce del Sud al 348.7106477, al sito www.crocesud.it oppure scrivendo a info@crocesud.it.

Don Francesco annuncia anche che martedì 24 marzo ricorre la XVII Giornata dei Missionari Martiri. Dice Don Francesco: «Nel giorno che ricorda l’uccisione di Monsignor Oscar Arnulfo Romero, il 24 marzo del 1980, la Chiesa Italiana si ritrova per celebrare una giornata di preghiera e digiuno facendo memoria dei missionari martiri e di quanti ogni anno sono stati uccisi solo perché incatenati a Cristo».

«Anche noi – spiega il presidente dell’associazione – aderiamo all’iniziativa ritrovandoci nella chiesa di san Pio X a San Benedetto del Tronto insieme al vescovo Gervasio Gestori, per pregare e ricordare i missionari martiri, come lo stesso Azcona, minacciato di morte e le due suore Olivero e Giraudo appena liberate in Kenia».

Tra le iniziative della Croce del Sud c’è anche il progetto pasquale “Un Pozzo di sorprese”. «Si tratta – conclude Don Francesco – di un’iniziativa in favore dell’Etiopia. Saranno vendute delle uova di cioccolato, e il ricavato, sarà destinato alla tutela di una sorgente in Etiopia. Per raggiungere questo obiettivo occorrono circa 1.300 euro. Ogni uovo ha un costo di 10 euro e sarà in vendita nelle parrocchie che aderiranno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 648 volte, 1 oggi)