MONTEPRANDONE – Monteprandone e Firenze: cosa hanno in comune il paese collinare piceno e la grande città rinascimentale? Fino ad ieri, nulla. Ma adesso a Palazzo Strozzi, sede della prestigiosa biblioteca dell’Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento, troveranno posto alcuni volumi della storia locale monteprandonese.
Saranno ospitati infatti la monografia “Il culto di San Giacomo a Mantova”, il catalogo dei codici della libreria del civico museo di San Giacomo della Marca, entrambi opera dello storico locale, professor Saturnino Loggi, poi, ancora, il volume iconografico “Il culto e l’immagine” curato da Padre Silvano Bracci, del medesimo autore “San Giacomo racconta”, la biografia rivista e aggiornata di San Giacomo della Marca a cura di Padre Umberto Picciafuoco, il cofanetto “Memorie storiche di Monteprandone” dell’allora parroco don Giuseppe Caselli, gli atti del convegno internazionale di studi “San Giacomo della Marca e l’altra Europa. Crociata, martirio e predicazione nel mondo del Mediterraneo Orientale”, coedito con la prestigiosa casa editrice “Il Galluzzo” di Firenze.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 460 volte, 1 oggi)