SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel 69° Giro del Mendrisiotto, gara a carattere Internazionale per professionisti svoltasi a Mendrisio, in Svizzera, domenica scorsa, il successo per distacco è andato al lituano Ignatas Konovalovas del team Cervelò, che ha coperto i 152,2 chilometri in 3h 29′ 51” alla media di 43,231 km/h. Significativa la presenza del team marchigiano Centri della Calzatura, che ha colto un bellissimo secondo posto con il lombardo Daniele Callegarin, vittorioso allo sprint per il posto d’onore, guidato come al solito dall’ottimo Luca Fioretti, sempre pronto a rispondere agli attacchi portati dagli avversari nelle fasi calde della corsa e protagonista di un gran finale al termine di una gara velocissima percorsa in alcuni tratti anche ad oltre 60 km/h. Per Luca di nuovo la conferma di essere in un buon stato di forma e la consapevolezza di poter far bene nelle grandi corse; lo dimostra il fatto che oltre al lavoro svolto nel finale per il proprio compagno, si è reso partecipe anche in prima persona di una fuga partita subito dopo il via e neutralizzata nella parte centrale della gara. Il nostro corridore si appresta a disputare un’altra importante corsa, la Settimana Ciclistica Internazionale Coppi e Bartali, gara a tappe in programma dal prossimo martedì 24 marzo sino a sabato 28. Sarà ancora il lungomare di Riccione a segnare il debutto della Coppi e Bartali, con una prima semitappa riservata alle ruote veloci del gruppo, a cui farà seguito, nel pomeriggio, una cronosquadre di 14 chilometri da Riccione a Misano-Adriatico. La gara a tappe si snoderà attraverso un percorso variegato che toccherà anche la Toscana, per concludersi poi sabato sull’ormai consueto traguardo di Sassuolo. Sono ventitré le formazioni al via tra cui la Selle Italia di Rebellin e Scarponi, fresco vincitore della Tirreno Adriatico, la Lampre di Cunego e Bruseghin, la Lpr di Petacchi e Di Luca, la Liquigas di Basso e Bennati, la Katusha di Pozzato, la Isd di Visconti e, come già detto, Il team Centri della Calzatura, che schiererà al via della Luca Fioretti, Daniele Callegarin, Miguel Angel Rubiano Chavez, Davide Torosantucci, Der Zsolt, Esad Hasanovic, Artur Krol e Dmitry Nikandrov. Una formazione che si concentrerà più sui traguardi parziali che non sulla classifica generale, con Daniele Callegarin affiancato da Luca Fioretti nei ruoli di outsider, in grado di primeggiare con i migliori: “È il mio primo grande appuntamento – sottolinea il giovane ciclista di San Benedetto – Troverò una lista di partenti di assoluto valore internazionale, proverò a mettermi in luce sin dalle prime tappe e per quanto mi riguarda sono consapevole di poter far bene dato che in questo avvio di stagione ho dimostrato di poter competere ad alti livelli. Io rispetto tutti e non ho paura di nessuno: se vincerò, sarò stato bravo, se no faremo i complimenti al vincitore”.
Non rimane quindi che fare i migliori auguri a Luca, che possa finalmente riscuotere il successo che merita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 635 volte, 1 oggi)