MONTEPRANDONE – E alla fine gli hanno tolto tutto: non sarebbe più “patron”, “finanziere”, “banchiere”, “imprenditore”. Marco Mongardini non ha neanche una quota del Centobuchi calcio, e anzi, quelle da lui fatte rilevare da un certo Luca Fiori di Arquata non sarebbero mai state onorate nel pagamento come sostiene l’ex presidente biancoceleste, Claudio Marocchi, che ora, attraverso un’azione legale, torna in ballo per guidare la gloriosa società.

Scrive infatti l’avvocato Tonino Pulcini, legale di Marocchi: «Il signor Marco Mongardini non possiede alcuna quota di partecipazione nel capitale della Centobuchi Calcio srl, nè risulta ricoprire alcuna carica all’interno della società, nè ha assunto incarichi di natura sportiva nella squadra di calcio essendosi limitato a stipulare con l’amministratore del Centobuchi Calcio un contratto di sponsorizzazione in rappresentanza della Floris Bank. In risposta alle recenti dichiarazioni rilasciate alla stampa dal signor Marco Mongardini sulle vicende della società Centobuchi. Marocchi ha ceduto, con atto del 13.11.2008 parte della sua quota di partecipazione nella società Centobuchi pari al 70% del capitale sociale che è stata acquistata dal signor Luigi Fiori di Arquata del Tronto… Il mancato adempimento dei precisi obblighi assunti dall’acquirente ha costretto Luca Marocchi a rivolgersi alla magistratura per ottenere idoneo provvedimento cautelare per garantire l’adempimento delle obbligazioni facenti carico dell’acquirente Luigi Fiori ed evitare ulteriori pregiudizi per la società e i garanti di questa nei confronti di istituto di credito. Allo stato le quote di proprietà del signor Luigi Fiori sono assoggettate a sequestro e ne è stato nominato custode il socio amministratore Claudio Marocchi. In attesa della definizione del procedimento giudiziario sono state avviate tratTative fra le parti per verificare la possibilità di addivenire ad una positiva conclusione della controversia, ma a tutt’oggi non è stato raggiunto alcun accordo con il Fiori».

Tutto bene alla fine? Non lo sappiamo. Ci chiediamo però se Marocchi e compagnia non debbano fare autocritica. Mongardini non era uno sconosciuto, perché questo giornale ne aveva parlato chiaramente, facendo ricerche in appena mezza giornata. Perché Marocchi se ne è dimenticato?

Chi è Mongardini 1

Chi è Mongardini 2

Chi è Mongardini 3

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.683 volte, 1 oggi)