CUPRA MARITTIMA – Strade sempre più sicure. Questo è il messaggio emerso dall’incontro di martedì 17 marzo presso il cinema Margherita, promosso dal sindaco Giuseppe Torquati e dal comandante della polizia municipale tenente Luigi Giorgio Locci, incentrato sul progetto “Noisicuri” e il sistema di prevenzione sulla velocità.

Sono state installate infatti dei dissuasori a cabina “speed check“, cilindri blu posti ai lati della strada in quattro punti di Cupra, che hanno lo scopo di ricordare agli automobilisti i limiti vigenti e la possibilità di essere sanzionati.

Le colonnine sono state poste davanti alle scuole e rispettivamente all’entrata e all’uscita della città, ovvero nei pressi del “Morrison’e pub” e del distributore “Beyfin”.

Secondo il comandante della polizia municipale tenente Luigi Giorgio Locci, la serata di martedì «è stata molto positiva soprattutto perché ha dato vita a un dibattito sulla sicurezza nella città. Questi strumenti posti lungo la Statale 16 hanno suscitato l’interesse degli automobilisti non solo di Cupra ma anche delle cittadine limitrofe con l’effetto di deterrente voluto, e la velocità di percorrenza nei tratti coperti è stata effettivamente ridotta».

Aggiunge ancora Locci: «Gli speed check entreranno però in funzione a fine marzo e non saranno operative 24 ore su 24 poiché il Comando prediligerà coprire gli orari più pericolosi con particolare, ma non esclusivo, riferimento alle ore notturne».

L’incontro di martedì ha suscitato parecchio interesse da parte dei cuprensi poiché è stata un’occasione per parlare al sindaco ed al comandante di sicurezza cittadina in generale, esponendo anche diversi disagi da loro vissuti, come ad esempio furti nelle loro abitazioni e chiedendo un maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine.

I cittadini hanno anche consigliato quali sono i punti pericolosi per il transito automobilistico. Da parte sua Torquati ha risposto che è prevista la costruzione di un semaforo sulla Statale 16 all’altezza della via Sant’Andrea, meglio conosciuta dai cuprensi come “Castelletta”.

Altre iniziative di educazione e sensibilizzazione saranno poi avviate in futuro, nel rispetto del programma che ha consentito a Cupra di conseguire la certificazione di sicurezza stradale “Targa blu” del 2008.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.326 volte, 1 oggi)