SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lavori in corso sulle scogliere frangiflutti della spiaggia di Porto d’Ascoli. È quasi ultimato il riallineamento delle tre scogliere che devono essere spostate più al largo rispetto alla loro posizione attuale.
L’operazione, finanziata e diretta dalla Regione Marche, rappresenta la seconda parte dell’intervento sulle scogliere di quel tratto di litorale iniziato nel 2005.
Diversamente, però, ora lo spostamento delle file di massi viene effettuato con l’ausilio di un pontone navale dotato di braccio meccanico, mentre negli anni passati lo spostamento avveniva per mezzo della creazione di un molo provvisorio sul quale transitavano i camion carichi di massi. I lavori, secondo contratto, dovranno essere conclusi prima dell’inizio della stagione balneare.

I DANNI DELLA GRANDE MAREGGIATA Ammonta a un milione di euro il preventivo di spesa stimato per la riparazione dei danni alle scogliere per effetto della grande mareggiata del dicembre scorso. Circa un terzo delle barriere frangiflutti, secondo quanto riferito dall’assessore Settimio Capriotti al Consiglio comunale, avrebbe subito danni e sprofondamenti.
Lo stesso Capriotti, da noi interpellato, ribadisce a difesa dell’operato delle amministrazioni pubbliche: «Rispetto ad altre città costiere marchigiane abbiamo subito meno danni dalle mareggiate di dicembre. Sapete perché? Per via dei diversi lavori effettuati negli anni sulle scogliere. Non solo il riallineamento che la Regione sta completando, ma anche la manutenzione e il rifiorimento delle scogliere soffolte non emerse».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.195 volte, 1 oggi)