Da Espresso Rossoblu

DI NARDO: abbiamo fatto gol subito e incosciamente ci siamo tirati un po’ troppo indietro, concedendo troppo alla Samb che, nel primo tempo poteva anche pareggiare ma non ha saputo concretizzare. Nella ripresa dopo il mio secondo gol, tutto è stato più facile. L’arbitro ha fischiato troppo contro di noi ma dobbiamo adattarci perché questa è la terza divisione. Io bestia nera della Samb? Direi proprio di sì visto che ho già realizzato contro i rossoblu cinque reti e solo all’andata non ho segnato.
CESAR: è stata una partita molto impegnativa per noi della difesa. Nonostante loro abbianoa vuto alcune occasioni da gol nel primo tempo, penso che la vittoria sia, nel complesso, pienamente meritata. Sul rigore negato alla Samb io ho visto poco perché stavo in mezzo all’area ma ho avuto l’impressione che il mio compagno tenesse il braccio aderente al corpo. La Samb comunque si tirerà fuori da quella posizione considerato che ha due grandi attaccanti come Morini e Cammarata.
FALSINI: la Samb mi è parsa una squadra molto fisica che gioca poco al calcio e picchia tanto. Mi dispiace in quanto conosco numerosi giocatori rossoblu: Visone, Morini, Cammarata con cui ho giocato a Verona, che evidentemente in questo momento sono poco sereni. Perché in mezzo al campo tirano calci. Per questo motivo l’arbitro non mi è piaciuto: va bene l’espulsione del nostro Petrassi ma molti giocatori della Samb dovevano essere ammoniti per gioco falloso.
FILIPPINI: potevano vincere ben più nettamente considerato che nella ripresa abbiamo avuto almeno 4 palle gol. Inolte ci sono venuti a mancare due attaccanti come Varricchio e Gastaldello che ha dovuto uscire per una frattura allo scafoide. La Samb si è troppo sbilanciata in avanti sullo 0-2 ma era inevitabile. Marconato è stato bravissimo nel respingere il mio colpo di testa ma Di Nardo è stato altrettanto bravo a trovarsi davanti a lui.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.142 volte, 1 oggi)