TERAMO – Fare chiarezza sull’impiego di vigilantes armati negli autobus di linea a Teramo: è quanto chiede il Coisp (Sindacato Indipendente di Polizia) al Prefetto e al Questore.

«Il Coisp rimane meravigliato – si legge in una nota – nell’apprendere che a Teramo il servizio di controllo dei biglietti del Trasporto Pubblico Locale è stato affidato ad una società di vigilanza privata che utilizza le Guardie Giurate per tale compito».

In base a quanto riferisce il sindacato, l’art.133 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza dispone che tali addetti possano essere destinati alla “vigilanza e custodia” della proprietà mobiliare ed immobiliare escludendo quindi i casi specifici segnalati a Teramo di impiego come controllori dei biglietti sugli autobus.

«Si auspica pertanto – prosegue la nota – che il Prefetto e il Questore intervengano per fare chiarezza sui servizi che tali addetti effettuano».

Il Coisp chiede pertanto di accertare il tipo di attività svolto sui mezzi, se ad esempio questa si limita solo al controllo dei biglietti o anche ad altro.

«Non vorremmo – conclude il Coisp – che con l’utilizzo dei vigilantes si voglia sopperire anche ad una carenza di percezione della sicurezza dei cittadini: ciò sarebbe un’offesa al duro lavoro che svolgono le Forze dell’Ordine per garantire la tranquillità e la serenità di tutti i cittadini italiani».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 448 volte, 1 oggi)