MARINA DI CARRARA – La frazione è iniziata anche oggi con una fuga; al chilometro 20 sono partiti Capelli e Sapa. Ma la salita di Bedizzano, ultima asperità, posta pochi chilometri prima dell’arrivo, ha visto annullarsi il tentativo dei due fuggitivi, ripresi dal gruppo con in testa tutti i migliori: Rebellin, 1° al Gpm, seguito da Garzelli, Scarponi, Caruso, Di Luca, Basso e Nibali. Nella discesa, molto tecnica, Stefano Garzelli ha tentato di allungare sul gruppo, ma la forte andatura tenuta dagli inseguitori non glielo ha permesso.
Numerose anche oggi le cadute, causate dall’asfalto molto sporco; tra i coinvolti di nuovo Tom Boonen, che ha riportato un forte trauma alla gamba. Quando mancavano cinque chilometri all’arrivo, le squadre dei velocisti si sono tutte organizzate in testa per preparare la volata ai rispettivi uomini di punta.
L’ottimo lavoro svolto dagli uomini Lpr ha permesso a Petacchi di conquistare così il terzo successo stagionale, dopo il GP Costa degli Etruschi ed una tappa al Giro di Sardegna. Al traguardo Petacchi ha dichiarato di essere molto soddisfatto della ritrovata forma, mentre un deluso Bennati, giunto secondo, ammette di aver dato tutto nell’inseguimento effettuato per rientrare nel gruppo dei migliori, dopo essere caduto all’inizio della penultima asperità.
Domani ultima tappa toscana, da Fucecchio a Santa Croce sull’Arno, di 166 chilometri.
Di seguito le classifiche
2a tappa:
1° Alessandro Petacchi (Ita) LPR Brakes-Farnese Vini
2° Daniele Bennati (Ita) Liquigas
3° Koldo Fernández (Spa) Euskaltel-Euskadi
4° Dominique Rollin (Can) Cervélo TestTeam
5° Luca Paolini (Ita) Acqua & Sapone-Caffè Mokambo
Classifica generale:
1° Julien El Farès (Fra) Cofidis
2° Alessandro Petacchi (Ita) LPR Brakes-Farnese Vini 0.15
3° Daniele Bennati (Ita) Liquigas
4° Enrico Rossi (Ita) Ceramica Flaminia-Bossini Docce 0.24
5° Leonardo Duque (Col) Cofidis 0.25

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 787 volte, 1 oggi)