ANCONA – Duecentoquaranta milioni di euro per progetti regionali: accordo tra la Regione Marche e il Cipe, per il programma operativo degli interventi FAS. «Con le risorse FAS il piano regionale anti-crisi accelera ulteriormente la spesa a sostegno del lavoro, dell’occupazione e del reddito della comunità»: lo afferma il presidente Gian Mario Spacca, commentando la ratifica da parte del Cipe del programma attuativo dei fondi europei FAS proposto dalla Regione.
La Regione aveva approvato il programma alla fine del 2008: ora con la ratifica del Cipe è una delle prime regioni italiane a portare gli investimenti nella fase di progettazione esecutiva e di realizzazione operativa.
«Il Governo nazionale – prosegue Spacca – ha operato un taglio di -6% rispetto al programma originario. Ma sulla spinta delle Regioni ha anche assunto un impegno a recuperare tali somme in sede di verifica pluriennale e su scala nazionale degli impegni di spesa effettivi. La Regione con il FAS ha riservato un’attenzione particolare per tutti i territori delle Marche, prevedendo molteplici progetti di grande importanza per lo sviluppo locale, che vanno dalla difesa del lavoro allo sviluppo dell’innovazione nelle piccole imprese, alla tutela delle risorse ambientali e culturali, alla promozione del turismo, della ruralità e dell’attrattività del territorio, al rafforzamento del trasporto pubblico e delle infrastrutture logistiche, alla qualificazione delle strutture e dei servizi socio-sanitari. Faremo anche un attento monitoraggio dell’evoluzione del ciclo economico, per eventuali rimodulazione del programma a seconda delle esigenze che si manifesteranno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 522 volte, 1 oggi)