SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ecco il progetto “Sbt”, ovvero “Sviluppo e Benessere del Territorio”. Si tratta di un questionario che sarà somministrato ai cittadini sambenedettesi sulla qualità della vita.

L’idea nasce dalla dottoressa Roberta Carbonetti dell’Università di Teramo: «”Sviluppo e Benessere del Territorio” è un piano di azione locale, un Pal, con il quale programmare le politiche urbane per i prossimi 3 o 6 anni».

«Lo Schema Direttore – prosegue l’esperta – del piano urbanistico di San Benedetto del Tronto prevede forme di partecipazione e di dialogo della popolazione sulla qualità della vita che verrà attuata appunto con la compilazione di un questionari da parte dei cittadini».

Spiega Roberta Carbonetti: «Il progetto “Sbt” si suddivide in una prima fase esplorativa di analisi territoriale, poi una fase conoscitiva che consiste appunto nella somministrazione del questionario, e infine, si terranno degli incontri tra i tecnici e un determinato campione di popolazione».

L’esperta è l’autrice del questionario: «Ci saranno domande sulla soddisfazione dei servizi comunali, sulle paure, sulle prospettive per San Benedetto, e, nello specifico su quale ruolo riveste la città nel territorio».

I questionari saranno somministrati intorno ad ottobre. Saranno coinvolte tutte le categorie della cittadinanza, anche gli studenti e i rappresentanti dei paesi limitrofi, proprio per avere una visuale più completa.

A proposito del progetto, Paolo Canducci, assessore alle politiche ambientali del Comune di San Benedetto del Tronto, commenta: «Il piano di azione locale è un opportunità per San Benedetto del Tronto e andrà ad integrarsi con gli strumenti di indicazione ambientale, sociale ed urbanistica già in possesso del Comune».

«”Sbt” è dunque uno strumento necessario – conclude Canducci – per aiutare gli amministratori a scegliere le strade da intraprendere in un momento dove ci sono poche risorse economiche. Infatti questo progetto ci è stato messo a disposizione gratuitamente perchè rientra nelle attività di ricerca dell’Università di Teramo. Le uniche spese saranno quelle di stampa».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.497 volte, 1 oggi)