SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A proposito del contenzioso che nel 2006 vide protagonisti Alberto Panichi ed alcuni magistrati del tribunale di Ascoli Piceno, facendo seguito alle nostre pubblicazioni dell’agosto 2006, corre l’obbligo di informare i lettori che il procedimento aperto su denuncia del sig. Panichi Alberto nei confronti della dr. Annalisa Gianfelice, magistrato presso il Tribunale di Ascoli Piceno e relativo alle vicende societarie delle diverse società che facevano capo allo stesso imprenditore sambenedettese, è stato archiviato dal GIP di L’Aquila su conforme richiesta del P.M. titolare della inchiesta.
Si è così conclusa la vicenda giudiziaria con il pieno riconoscimento della perfetta legittimità della condotta posta in essere dal magistrato indagato diversamente da quanto denunciato dal sig. Panichi. Il difensore della dr. Gianfelice, avv. Giuseppe Falciani, che per altro non ha mai manifestato dubbi sulle conclusioni appena descritte, esprime soddisfazione massima per gli esiti dell’indagine e si riserva di agire nella dovuta sede nei confronti della parte denunciante, avendo già ricevuto mandato da parte della sua assistita, proprio alla luce delle conclusioni spiegate dai magistrati titolari del fascicolo.
La precisazione in punto è apparsa dovuta proprio in relazione allo scalpore che ha destato nella pubblica opinione la notizia della denuncia presentata dal Panichi che ha avuto gli esiti indicati. Ciò che era apparso come una vera e propria bufera giudiziaria si è risolto in un nulla di fatto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.004 volte, 1 oggi)