SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Che il Judo goda di ottima salute in terra marchigiana lo dimostrano gli ottimi risultati conseguiti, ai campionati regionali Fjilkam, dai giovani atleti dell’associazione “Judo Kodokan” di San Benedetto del Tronto. Guidati dal Maestro Franco Aloia, cintura nera 4° dan, i ragazzi sambenedettesi si sono messi in evidenza fra tutti i migliori giovani atleti marchigiani, nel Palazzetto dello Sport di Pesaro, in cui si sono svolte le gare della categoria Esordienti A e B.

Sul podio della Categoria A 45 kg è salito per primo il bravo Claudio Di Vaio, che ha conquistato il titolo regionale sbaragliando tutti gli avversari per Ippon. L’Ippon è il massimo obiettivo ottenibile in un incontro di judo o karate e la vittoria si attribuisce immediatamente. L’Ippon consiste, infatti nel proiettare, con velocità, forza e precisione, l’avversario facendolo cadere con la schiena a terra, come accade di vedere anche nella Lotta. Quando ci sono questi requisiti (atterraggio o immobilizzazione dell’avversario sul dorso), l’incontro si intende chiuso con la vittoria del portatore dell’attacco.

Di Vaio non è stato l’unico a godere delle gioie della vittoria. Grande soddisfazione, per il Maestro Aloia e per tutto il suo Staff tecnico, è scaturita dall’ascesa al podio degli atleti Alessio Albertini, piazzatosi secondo nella Categoria B 60 kg, e Emanuele Bellini, per la Categoria B 55 kg.

Per la Categoria Seniores, infine, si sono qualificati per la finale nazionale di Kata, (specialità “Katame no Kata”) gli atleti del “Kodokan” di San Benedetto Pietro Carso Silvano e Samuele Troiani, entrambi cinture nere 1° Dan, allievi come i precedenti del Maestro Aloia. In attesa delle finali nazionali, che si disputeranno tra un mese circa, con località ancora da definire, l’Associazione “Kodokan” si gode gli ottimi risultati ottenuti e continua la preparazione tecnica dei suoi atleti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.648 volte, 1 oggi)