SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sembra proseguano positivamente i lavori per far ripartire l’ex Foodinvest, che adesso si chiama Ortofrost. Giovedì 5 marzo infatti c’è stato l’incontro tra il sindaco  Giovanni Gaspari e l’imprenditore siciliano Vincenzo Ciulla, a proposito dello stabilimento di Porto d’Ascoli.

Ciulla ha informato il sindaco sul fatto che «in questo momento sono in corso lavori di manutenzione straordinaria all’interno dello stabilimento, la ripresa del lavoro è quindi prevista per i primi giorni di aprile».

Da parte sua Gaspari afferma: «Riceviamo con grande soddisfazione questa notizia. Pur nel pieno di una crisi così difficile abbiamo qualche segnale su una possibile inversione di tendenza. Il Comune ha sempre prestato grande attenzione a questa vicenda, e ancora nei prossimi giorni torneremo ad incontrare Ciulla, per avere aggiornamenti sull’evoluzione dei fatti».

Mentre si svolgeva questo incontro i lavoratori dell’Ortofrost erano riuniti in assemblea nella sala consiliare del Comune.

Al termine, sempre nell’ufficio del sindaco Gaspari, i lavoratori hanno avuto un colloquio con l’assessore regionale Gianluca Carrabs, che ha invitato a sua volta una delegazione di lavoratori ad incontrare martedì 10 marzo l’assessore regionale al Lavoro Fabio Badiali ad Ancona.

In quell’occasione si discuterà infatti della disponibilità da parte della Regione Marche a prolungare di altri sei mesi il periodo della cassa integrazione per i dipendenti della Foodinvest nel caso in cui l’attività nello stabilimento non dovesse riprendere nei tempi indicati da Ciulla.

L’attuale cassa integrazione scadrebbe comunque ad aprile. Carrabs si è detto ottimista sulle possibilità di prolungamento dei tempi, anche se il procedimento amministrativo e l’effettiva necessità di adottare tale misura dovranno essere verificati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 1.481 volte, 1 oggi)